prezzi degli apparecchi acustici

La domanda “quanto costa un apparecchio acustico” è una delle più frequenti che gli audioprotesisti si sentono rivolgere. Il fattore prezzo incide sulla volontà di acquistare o meno l’apparecchio acustico al termine della prova gratuita, nonostante si siano riscontrati notevoli benefici. In altri casi invece, le persone scelgono di rimandare il controllo dell’udito e quindi la spesa anche di diversi anni, non facendo però che peggiorare le condizioni uditive e rendendo più difficile il recupero. Ecco perché in questo articolo vi parleremo dei prezzi degli apparecchi acustici, per valutare se effettivamente è una spesa così proibitiva.

I prezzi degli apparecchi acustici dipendono dalla qualità e delle funzionalità

Il prezzo degli apparecchi acustici può variare da una cifra intorno ai 1.000€ fino ad oltre 3.000€ per una sola protesi. Da dove deriva questa differenza? Deriva principalmente dal grado di tecnologia scelto e dalle funzionalità presenti all’interno del dispositivo.

Ad esempio, se scegliete un prodotto in grado di offrire una qualità del suono eccellente anche in ambienti molto rumorosi, perché dotato di apposite funzionalità come l’ascolto binaurale, il riduttore automatico del rumore del vento e il focus sul parlato, il prezzo sarà abbastanza alto. Se optate per un prodotto base, che garantisce una discreta qualità del suono, perché avete una vita abbastanza domestica, non avrete bisogno di tutte queste funzionalità, e i prezzi degli apparecchi acustici sarà certamente inferiore.

Contributo ASL e detrazioni fiscali

Quando si parla di apparecchi acustici e prezzi, è bene parlare anche dei contributi ASL, che ti permettono di avere ottenere i tuoi dispositivi acustici a costo zero, oppure di ottenere un contributo parziale per la spesa sostenuta.

I contributi ASL non possono essere richiesti da tutti, ma solo da particolari categorie. Ecco chi ne ha diritto:

  • Pazienti con ipoacusia pari o maggiore di 65 Db
  • Minori con qualsiasi grado di ipoacusia
  • Pazienti con ipoacusia inferiore a 65 Db, ma hanno anche altre patologie (totale 1/3 di invalidità)
  • Invalidi di lavoro, guerra o di servizio
  • Ricoverati in strutture ospedaliere accreditate

Le detrazioni fiscali invece possono essere richieste da tutti, poiché gli apparecchi acustici sono a tutti gli effetti dei dispositivi medici. Il loro costo può essere detratto dall’IRPEF in base alla Legge di Bilancio 2020. Ricordate che sulla fattura o sullo scontrino deve essere inserito il nominativo del soggetto che richiede la detrazione e la descrizione del prodotto acquistato. Tenendo conto anche di questo fattore, i prezzi degli apparecchi acustici, diventano, se non più bassi, più accessibili.

2020 © Copyright - Audiosalus P.IVA 01844410660

Privacy     Contatti        800.31.85.00 - Credits: Udibox s.r.l. - Consulenza tecnica: Specialisti dell'udito