mascherina e problemi uditivi

Indossare la mascherina è diventata ormai un’abitudine che, ne bene e nel male, ha influenzato molto la nostra quotidianità. Ad esempio, ha modificato il nostro modo di comunicare. A dirlo è lo studio della dottoressa Gabrielle Sander del Manchester Centre for Audiology and Deafness (ManCAD).

Il 58,9% delle persone sottoposte allo studio ha infatti ammesso di aver modificato il suo modo di comunicare. Si utilizzano frasi più brevi e semplici, si mantengono interazioni minime e, soprattutto, si deve rinunciare alla mimica facciale.

Non sono solo le persone affette da ipoacusia infatti che sfruttano la lettura del labiale durante le conversazioni. È un’azione che, anche in modo inconsapevole, compiono tutti. Con la mascherina invece è impossibile guardare il movimento delle labbra dell’interlocutore. Ed ecco spiegato perché, da quando si utilizza la mascherina, è stato riscontrato un aumento delle difficoltà uditive in persone che si ritenevano normoudenti. Esse sopperivano ai problemi di udito lievi con la lettura del labiale e, senza l’utilizzo della mascherina, avrebbero scoperto le loro difficoltà solo quando l’ipoacusia sarebbe peggiorata. Invece, per un trattamento efficace, è indispensabile intervenire il prima possibile.

La difficoltà per le persone sorde e ipoacusiche

La mascherina dunque impedisce la lettura del labiale. Se per le persone normoudenti e per quelle con ipoacusia leggera questo ha comportato dei problemi, per le persone affetta da sordità ha rappresentato un ostacolo spesso insormontabile. 

I disagi più gravi si sono avuti soprattutto in ambito scolastico, dove alla mascherina si è aggiunta la DAD, la didattica a distanza, o proprio in ambito audiologico. Inoltre, l’utilizzo della mascherina chirurgica non rappresenta solo una barriera visiva, ma anche sonora. È stato riscontrato infatti che diminuisce il volume della voce di chi la indossa di 3-4 dB.

Come alternative alla classica mascherina chirurgica, sono state realizzate mascherine trasparenti, che permettono quindi di seguire il movimento delle labbra. Questi dispostivi tuttavia sono ancora poco diffusi e riducono ancora di più il suono.

Numerosi istituti di ricerca sono al lavoro per realizzare una mascherina che consenta di poter leggere il labiale senza però influire sul volume della voce di chi parla. Ciò si rivelerebbe di grande aiuto per tutte le persone con problemi di udito e anche per i normoudenti.

Se anche tu hai notato difficoltà di comunicazione da quando si utilizza la mascherina, ti consigliamo di fare preventivamente un controllo dell’udito gratuito presso i nostri centri acustici.

2020 © Copyright - Audiosalus P.IVA 01844410660

Privacy     Contatti        800.31.85.00 - Credits: Udibox s.r.l. - Consulenza tecnica: Specialisti dell'udito