labirintite

La labirintite è un’infiammazione dell’orecchio, più precisamente della parte dell’orecchio interno chiamata labirinto. Essa può provocare un temporaneo calo dell’udito, un senso di ottundimento e orecchio ovattato, ma soprattutto nausea e vertigini forti.

Ma come mai una malattia che colpisce l’orecchio influenza anche la nostra percezione spaziale e provoca vertigini? Perché il senso dell’equilibrio si trova proprio nell’orecchio interno.

All’interno del labirinto si trova l’endolinfa, e all’interno dell’endolinfa si trovano gli otoliti, ossia dei piccoli agglomerati di ossalato e carbonato di calcio. Queste particelle aiutano a mantenere l’equilibrio e, quando il corpo si muove, stimolano i ricettori sensoriali per “informare” il cervello dei movimenti del corpo.

Per questo motivo, quando sopraggiunge la labirintite, si avvertono vertigini e nausea. Con l’infiammazione  del labirinto viene compromesso il regolare funzionamento degli otoliti e del senso dell’equilibrio.

Le cause della labirintite

Le cause della labirintite sono diverse: nella maggior parte dei casi è provocata da un’infezione batterica o virale.

I batteri responsabili della labirintite sono lo streptococco e lo stafilococco. Attaccano inizialmente l’orecchio medio ma, se l’infiammazione non viene fermata, questa si estende anche all’orecchio interno, compromettendo il labirinto e provocando quindi vertigini e calo dell’udito.

Nel caso di labirintite di origine virale invece, i virus responsabili sono quello del raffreddore, del morbillo e della parotite. Per poter combattere questa malattia è indispensabile individuarne la causa. Solo così il medico potrà decidere se intervenire con antibiotici o con antivirali.

Può soffrire di labirintite anche chi è affetto da allergie molto forti o dalla sindrome di Meniere, o chi ha subito un forte trauma cranico.

I sintomi più comuni (ipoacusia, acufeni, vertigini, orecchio ovattato) durano della 3 alle 6 settimane, anche se le vertigini possono prolungarsi. Per questo nella terapia contro la labirintite sono compresi anche farmaci che possano ridurre il senso di nausea.

Come affrontare questa patologia

Affrontare la labirintite non è facile: i sintomi durano a lungo e sono spesso invalidanti. Il calo dell’udito diminuisce le nostre possibilità di comunicare con gli altri. L’acufene rende difficile concentrarsi o anche dormire, e le vertigini provocano disagio e spossatezza.

Oltre che seguire la cura prescritta dal proprio medico, si possono mettere in pratica alcuni semplici consigli per alleviare i fastidi delle vertigini e dell’acufene. Il primo suggerimento è quello di non fare movimenti bruschi che potrebbero far scattare un ulteriore attacco di vertigine. Per lo stesso motivo, è bene proteggere gli occhi dalla luce troppo intensa, ricordandosi quindi di indossare gli occhiali da sole. Per alleviare i fastidi dell’acufene invece esistono playlist di suoni bianchi: aiutano a contrastare il tinnitus e a rilassarsi.

Il consiglio più importante però è quello di consultare subito un medico alla comparsa dei primi sintomi della labirintite.

2020 © Copyright - Audiosalus P.IVA 01844410660

Privacy     Contatti        800.31.85.00 - Credits: Udibox s.r.l. - Consulenza tecnica: Specialisti dell'udito